Home » Attività » Rilassamento Profondo

Rilassamento Profondo

rilassamento

 

Ciao sono Francesca, l’insegnante del corso di yoga a Carrara e ti voglio fare un regalo! Quello che trovi di seguito è un esercizio di rilassamento profondo che ti invito a provare!


Prima di iniziare vi spiego il concetto di meditazione:

Nell’ambito dello Yoga, la meditazione è il 7º degli otto stadi indicati da Patanjali e si dice che la mente è nello stato di meditazione, dhyana, non sta meditando è la meditazione stessa, e mentre ci sono molte tecniche di concentrazione, dharana, non esiste una vera e propria tecnica di meditazione. Nella pratica di sahaja yoga la meditazione è considerato uno stato d’essere che si manifesta come assenza di pensieri, chiamato consapevolezza senza pensieri, dove la mente smette il suo usuale chiacchierio di sottofondo e diventa assolutamente tranquilla.

Questo stato di “pura consapevolezza senza oggetto” può essere raggiunto anche con altri generi di pratiche meditative: ad esempio la Meditazione trascendentale si basa sulla ripetizione mentale di un mantra. In ogni caso il termine “meditazione”, com’è inteso normalmente nella lingua italiana, si rivela inadeguato a dare un’idea efficace di questo tipo di pratiche: un termine meno impreciso potrebbe essere contemplazione.

e rilassamento shavasana

Shavasana o “Savasana”, ovvero posizione del cadavere, è una asana di Hata yoga della categoria delle “posizioni supine”. Il nome deriva dal sanscrito”shava” che significa “cadavere” e “asana” che significa “posizione”. Questa posizione è anche detta mritasana dal sanscrito”mrit” che significa “morto” e “asana” che significa “posizione”.

La posizione ha lo scopo di raggiungere un rilassamento, distendere il corpo e ridurre lo stress. Per questo motivo viene spesso usata per iniziare e concludere alcune serie di posizioni yoga.

Posizionarsi supini, con le braccia estese di circa 40 gradi dal busto con i gomiti a terra, le dita rilassate, le gambe distese e divaricate circa 20 gradi tra loro. Gli occhi dovranno rimanere chiusi. La respirazione dovrà essere calma e profonda.


Mettiti comodamente sdraiato in shavasana… le tue braccia poggiano morbide ai lati del corpo, i palmi delle mani sono rivolti verso l’alto o verso il basso… come preferisci. Lascia che le tue gambe si rilassino e che le punte dei piedi cadano leggermente rivolte verso l’esterno.

Chiudi gli occhi…e datti il permesso di mantenere calmo il corpo e di essere presente per tutto il tempo di questa pratica… non hai altro da fare che ascoltare la mia voce e… rilassarti…

Il tuo respiro è calmo e regolare… porta attenzione a tutto quanto il corpo e a ciò che ti circonda: rumori, suoni… interni ed esterni a questa stanza… ricordandoti ogni volta di seguire il tuo respiro naturale… osserva i pensieri che arrivano e con calma lasciali andare… lontano da te…

Ora, inspirando ed espirando, prendi consapevolezza di tutto il tuo corpo… percepisci le parti del corpo che sono a contatto con il suolo…

Senti i talloni, la parte posteriore delle gambe, i glutei, la schiena, il dorso delle mani, le braccia… e percepisci la parte posteriore del capo che tocca il suolo.

Senti che ad ogni respiro… tutte le tensioni ti abbandonano… lascia andare ogni peso e non trattenere nulla…

Inspirando, percepisci come l’addome si solleva, ed espirando senti come si abbassa… per alcuni respiri puoi rimanere in contatto con l’alzarsi e l’abbassarsi del tuo addome (piccola pausa).

Inspirando, prendi consapevolezza dei tuoi piedi…

Espirando, lascia che si rilassino completamente…

Inspirando, invia tutto il tuo amore ai piedi… ed espirando sorridi loro con gratitudine.

Inspirando, sii adesso consapevole delle tue gambe…

Espirando, lascia che ogni cellula delle gambe si rilassi…

Lascia andare ogni tensione che potrebbe essere ancora rimasta…

Inspirando, invia tutto il tuo amore alle gambe… ed espirando sorridi loro con gratitudine.

Con l’inspirazione, ora prendi consapevolezza delle tue mani…

Con l’espirazione, lascia andare ogni tensione rimasta…

Prendi consapevolezza allo stesso tempo di ogni singolo dito della mano sinistra e della mano destra: il pollice, l’indice, il medio, l’anulare e il mignolo… e… lascia che ogni cellula delle mani si rilassi.

Inspirando, prendi coscienza delle tue braccia…

Espirando, lascia che si rilassino a fondo… lasciale riposare…

Ad ogni respiro, senti come le tensioni nelle tue braccia si sciolgono…

Inspirando, invia tutto il tuo amore alle tue braccia e alle tue mani… ed espirando sorridi loro con riconoscenza.

Con l’inspirazione, ora prendi coscienza delle tue spalle…

Con l’espirazione, cedi ogni tensione delle spalle al suolo…

Invia loro la tua tenerezza e la tua cura… e lascia che si rilassino completamente.

Inspirando rivolgi adesso la tua attenzione alla schiena…

Espirando, lascia andare ogni tensione… permettile di abbandonarsi al suolo e lascia andare ogni pesantezza.

Inspirando, invia tutto il tuo amore alla tua schiena e alle tue spalle… ed espirando sorridi loro con riconoscenza.

Inspirando, rivolgi la tua attenzione al tuo cuore… al quarto chakra… anahata…

Espirando, lascia che il tuo cuore si calmi… e… visualizza un fascio di luce verde smeraldo… che entra nel tuo cuore, lo rigenera ed uscendo porta uno stato di benessere a tutto il tuo corpo.

Rimani per qualche istante… con questa bella immagine purificatrice e goditi rilassato questo momento tutto per te, ricordandoti ad ogni inspirazione, di inviare amore al tuo cuore… e ad ogni espirazione sorridergli con gratitudine (piccola pausa).

Inspirando, sii adesso consapevole del tuo volto…

Espirando, lascia che ogni muscolo del volto si rilassi completamente…

Lascia andare ogni tensione intorno alla bocca, intorno agli occhi e sulla fronte… lascia che i tuoi occhi si rilassino, si riposino…

Inspirando, ora prendi coscienza di tutto il tuo corpo…

Espirando, godi della sensazione del tuo fisico che giace interamente rilassato e tranquillo in shavasana…

Inspirando, invia amore e compassione al corpo… ed espirando ringrazialo semplicemente sorridendogli.

Sii consapevole della meravigliosa capacita’ di autoguarigione che agisce nel tuo corpo…

La tua attenzione amorevole la sostiene…

Senti gratitudine per ogni cellula del tuo corpo.

Mentre inspiri ed espiri ogni muscolo si rilassa sempre di più ed ogni emozione trova quiete… un grande senso di sollievo pervade il tuo essere… risvegliando tutte le tue energie vitali… che pervadono ogni fibra del tuo corpo.

Ogni cellula si attiva ed armonizza… ogni funzione pranica ed ogni organo riprende a funzionare efficacemente… in modo equilibrato ed in armonia.

Anche le energie psichiche agiscono beneficamente in te, pervadono l’inconscio e lo calmano… lo armonizzano allontanando ogni disturbo… lasciando spazio alla serenità.

Goditi intensamente questo stato di benessere che rinforza tutto il tuo essere… resta così per qualche minuto riportandoti al risveglio quando sentirai di nuovo la mia voce (pausa lunga).

Adesso, fai un respiro più profondo… inizia a muovere un po’ la testa, le mani, i piedi… mantenendo sempre gli occhi chiusi.

Fai un altro respiro profondo… inizia a piegare leggermente le gambe, ad allungarti… portando le braccia dietro al capo… e facendo diversi movimenti che il corpo stesso ti suggerisce… fino al tuo totale risveglio… portando con te questa profonda sensazione di armonia e benessere.

Un saluto da Francesca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *